Casa di Accoglienza Temporanea per malati di Aids e altri che ricorrono all’ospedale per analisi e cure e provengono da lontano

Massinga - Mozambico

Il giorno 19 di Marzo abbiamo inaugurato la Casa Accoglienza

E' stato un giorno di festa e di ringraziamenti a Dio e a tutti quelli che hanno collaborato per la sua nascita: chi con donazione, chi con preghiera, sacrifici ecc.... In nome di Gesu Missionário, del Padre, della Madonna e di tutti quelli che usufruiranno di questa casa ringraziamo di cuore.

Descrizione situazione socio sanitaria

In tutto il distretto di Massinga, che ha una popolazione di 300. mila persone, che fanno capo, per assistenza sanitaria alla città di Massinga dove esiste un ospedale nel quale è possibile fare analisi mediche, ricevere assistenza sanitaria e medicine anche antiretrovirali per malati AIDS, ma che ha posti letti per degenza sufficienti al bisogno. Vi sono villaggi che distano anche più di 100 chilometri da Massinga città, ed i malati che riescono ad arrivare fin qui a piedi o con mezzi di trasporto a pagamento, quando giungono non sanno dove rifugiarsi. A volte, per esami e cure devo trattenersi anche 15 -20 giorni esaurendo le forze, il poco alimento che hanno portato da casa, i soldi. Tra queste persone vi sono spesso anche mamme con i bambini, malati, denutriti, bisognosi di cure intensive ed anziani o malati incurabili che non riescono più a tornare al villaggio ed aspettano la morte in stato di abbandono. Per tutti l’unica soluzione , l’unico rifugio sono “gli alberi” dove si riparano dal sole, stedono le loro stuoie, d’estate e d’inverno, sia che piova o faccia bel tempo.

Nostro intervento

Noi Missionarie della Consolata, che ci troviamo nella Parrocchia di Massinga, nei pressi dell’Ospedale Governativo, siamo testimoni di questa sofferenza e da sempre abbiamo cercato di andare incontro offrendo un po’ di cibo, assistendo i casi più gravi, animando la popolazione locale, al volontariato trovando in questo molta disponibilità dalle donne che si sono organizzate in DONNE DELLA CONSOLATA, le quali svolgono un’ammirabile attività di solidarietà e di consolazione. La gente conosce questa ancora di salvezza, e bussa in particolare al Centro Nutrizionale per bambini e mamme che funziona da qualche anno, ma ci siamo rese conte che la situazione è insostenibile anche perché non è igienica la presenza di malati conclamati infettivi, vicino a bambini, denutriti, senza difese immunitarie.

Progetto Casa di Accoglienza temporanea

Dopo anni di dolorosa esperienza la ComunitĂ  della Missionarie e delle Donne della Consolata abbiamo preso la decisione di costruire un Centro di accoglienza per questi malati, emarginati per dare loro un tetto ed un pasto nel periodo che trascorrono a Massinga per cure ed analisi mediche. Il progetto comprende la costruzione di::
  • 2 dormitori: uno per donne e uno per uomini
  • la cucina
  • la dispensa
  • il refettorio
  • servizi igienici
  • mura di cinta.

Costo del Progetto

Il costo complessivo del progetto, è di 120.000 euro ed in annesso alleghiamo il prospetto elaborato dalla Impresa di Costruzione.

Aiuti ricevuti

L’Associazione Mani Unite Padre Damiano, ONLUS portoghese che conosce il nostro lavoro e alla quale ci siamo appellati per essere sostenute in questo progetto, si è impegnata a sostenerci con 100,00 euro dandoci la speranza di veder realizzata quest’opera di vera emergenza. Animati abbiamo cominciato la ricerca del terreno e trovatola lo abbiamo acquistato per un valore di 1.500,00 versati dalle Missionarie della Consolata. Si tratta di un terreno che misura X x Y (descrivi Magari ha qualche albero dentro) e si trova (dire quanto lontano da casa o dall’ospedale) L’Associazione Manos Unidas, fedele alla promessa ha iniziato i versamenti ed in data Giugno 2010 ha raggiunto la somma di 65.00 euro, garantendo la quota promessa. Rimangono scoperti 20.000 euro ed è questa somma che stiamo cercando di raggranellare per poter completare l’opera senza debiti, ed ottenere così, subito l’autorizzazione governativa – una volta terminata la costruzione, ad accogliere i pazienti.  

Donazioni

Banca Prossima Intesa San Paolo Spa
Filiale di Lissone nr. 3481
C/c nr. 122110
ABI 3359
CAB 01600
CIN C
IBAN nr. IT88 C033 5901 6001 0000 0122110

Conto corrente Postale
Nr. 59791384
IBAN IT 13 C076 0101 6000 0005 9791 384